domenica 9 maggio 2010

Torta Foresta Nera

Cari golosoni, la ricetta che vi posto oggi è quella di una torta molto famosa ed apprezzata in tutta Europa: la Foresta Nera, ovvero la "Schwarzwaldenkirsch torte" come viene chiamata nella sua regione d'origine, ossia la regione della Foresta Nera in Germania, che ne richiama appunto il nome.
La prima ricetta scritta di questa torta è comparsa nel 1934 e ci sono molte teorie riguardo la sua origine.
Alcuni credono che il nome di questa torta sia un tributo al sapore del kirsch (distillato della ciliegia) che è protagonista in questo dessert (il kirsch è fatto in oltre 14.000 distillerie nella regione della foresta nera). Altri dicono che i trucioli del cioccolato che guarniscono la torta ricordano gli alberi spessi che si sviluppano nella foresta nera.
In ogni caso le origini di questa torta non sono chiare, tutto sommato questo non influisce sulla squisitezza di questo capolavoro della pasticceria tedesca!
La ricetta originale prevede il pan di spagna al cioccolato, una farcia fatta con panna montata e ciliegie sciroppate, una bagna al kirsch e una copertura di panna e trucioli di cioccolato fondente. La mia versione è un po' personalizzata: non avendo il kirsch l'ho sostituito col liquore cherry diluito, inoltre dato che la torta l'ho preparata per la festa della mamma e mia madre non gradisce tantissimo la panna, ho sostituito la farcia di panna con una crema chantilly.
Eccovi la ricetta della Foresta Nera alla Minù.






Con questa ricetta partecipo al contest "Torta di compleanno" di Antonella di La casetta di cioccolato



e al contest Amarena Amore Mio del blog Sorelle in Pentola





FORESTA NERA

Ingredienti (x una torta di 26 cm):

Per il Pan di spagna al cacao:

  • 6 uova
  • 200 g di zucchero
  • 120 g di farina
  • 50 g di cacao amaro
  • 1 bustina di vanillina
  • 1 bustina di lievito pane angeli
  • 1 pizzico di sale
Per la crema chantilly con le amarene:

  • 2 tuorli
  • 50 g di zucchero
  • 25 g di farina
  • 250 ml di latte
  • la scorza di 1/2 limone
  • 1/2 bustina di vanillina
  • 200 ml di panna montata
  • 30 Amarene Fabbri a pezzetti
Per la bagna:
  • 250 ml di acqua
  • 80 g di zucchero
  • 2 bicchierini di cherry o kirsch


Per la guarnizione:
  • 200 ml di panna montata
  • 200 g di cioccolato fondente
  • 22 Amarene Fabbri

Procedimento:


Per il Pan di spagna al cacao:

In una terrina aggiungete ai tuorli lo zucchero e montateli con le fruste elettriche fino a far diventare il composto chiaro e spumoso.














A questo punto aggiungete poco alla volta la farina, il lievito e la vanillina, aiutandovi con un setaccio per evitare che si formino grumi, lavorate ancora il composto con le fruste e quando sarà liscio aggiungete il cacao sempre setacciandolo.




Continuate a lavorare finchè il composto di uova e cacao risulterà ben amalgamato. In un'altra terrina montate a neve gli albumi con un pizzico di sale finchè risulteranno ben sodi.


  

Aggiungete gli albumi montati a neve al composto di uova e cacao e mescolate con un cucchiaio dal basso verso l'alto incamerando aria, in maniera da non smontare il composto.




 











Imburrate e spolverizzate di cacao una tortiera del diametro di 26 cm (spolverizzare col cacao invece che con la farina eviterà il formarsi di quella brutta patina bianca sulla torta), versatevi il composto e infornate a 170° per 30 minuti. A cottura finita (controllate con uno stecchino) lasciate riposare il pan di spagna nel forno leggermente aperto per ancora 10 minuti prima di sfornarlo.












Per la crema chantilly:

In un pentolino lavorate i tuorli con lo zucchero fino a fare diventare il composto chiaro e spumoso, aggiungete poi la farina e la vanillina setacciandole e continuate a lavorare fino ad ottenere un impasto liscio.






In un altro pentolino scaldate il latte con la scorza di limone, quando sarà ben profumato toglietelo dal fuoco, privatelo della scorza di limone e aggiungetelo gradatamente al composto di uova.






 
 
 
 
 
 


Mettete il pentolino sul fuoco e fate cuocere lentamente a fiamma bassa finchè la crema si addensa.

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 


Montate 400 g di panna zuccherata e aggiungetene 200 g (gli altri 200 g serviranno per la copertura e la decorazione) alla crema fatta raffreddare, quindi amalgamate il tutto e riponete in frigo.
 












Assemblaggio della torta:

Tagliate il pan di spagna in due dischi uguali, ponete il primo disco su un vassoio o piatto da torta e bagnatelo con metà della bagna preparata facendo bollire 250 ml di acqua con 2 bicchierini di liquore cherry (se trovate il kirsch ancora meglio) e 80 g di zucchero (la bagna prima di essere utilizzata ovviamente dovrà essere fredda).




Procedete ricoprendo il disco di pan di spagna con uno strato di crema chantilly, cospargete la crema con le amarene tagliate a pezzi, premetele un po' con le dita affinchè affondino leggermente nella crema e ricoprite con un altro strato di crema (lo strato di crema tra i due dischi deve essere piuttosto spesso).
Bagnate internamente l'altro disco di pan di spagna lasciando da parte un po' di bagna, ponetelo sullo strato di crema e spennellate la superficie con la restante bagna.
Preparate dei trucioli (o riccioli) di cioccolato abborbidendo con le mani una tavoletta di cioccolato da 100 g, prendete un pelapatate, una spatola oppure un coltello e raschiate il vostro cioccolato formando dei riccioli. (Se quest'operazione vi annoia potete sostituire i trucioli con delle scagliette di cioccolato già confezionate).






















Ricoprite la torta con la panna montata precedentemente e messa da parte, sciogliete a bagnomaria gli altri 100 g di cioccolato fondente e fatelo colare in un conetto di carta da forno al quale avrete fatto un piccolo buchetto alle estremità (potete usare anche un sac a poche usa e getta) e decorate la superficie della torta formando tante strisce ravvicinate.


A questo punto prendete i riccioli di cioccolato preparati precedentemente e decorate i bordi della torta, con una siringa con beccuccio a stella create tanti ciufetti di panna sui bordi della superficie e ponete un'amarena ogni due ciuffetti.
Et voilà, la Foresta Nera è pronta! Buon appetito!



                             


           
                               

23 commenti:

  1. Adoro questo dolce!!! e devo dire che l'hai presentato proprio bene!!! è un capolavoro complimenti! buona domenica Pina.

    RispondiElimina
  2. Grazie mille! Le mie presentazioni sono sempre un pò "lunghette", ma davvero ci vuole più tempo a scriverle che a farle!
    Buona domenica anche a voi!

    RispondiElimina
  3. cavolo, è spettacolare !!! poi mi piace un sacco questa torta ! ciao!

    RispondiElimina
  4. Grazie mille fairy! E pensare che tra i miei e la vicina di casa l'han già fatta fuori tutta!!! :)

    RispondiElimina
  5. Bellissima questa torta e poi è molto buona la Foresta Nera, complimenti!!!

    RispondiElimina
  6. Grazie chabb! E' la prima volta che l'ho provata e devo dire che l'accostamento amarene -cioccolato fondente è davvero delizioso!
    La devo rifare al più presto, l'hanno divorata e io ne ho mangiato solo una fetta!!! xD

    RispondiElimina
  7. Non ho mai fatto questa torta,tu con queta versione mi hai fatto venire una gran voglia....e slurpossissima ^_^

    RispondiElimina
  8. Grazie Maria! ;-)
    Prova, è facilissima e molto golosa! ;-)

    RispondiElimina
  9. Questa torta è una vera opera d'arte, complimenti!! Me la segno!

    RispondiElimina
  10. Golosissima!!!! Brava!
    Franci

    RispondiElimina
  11. Carinissimo il tuo blog! ^_^
    Adoro Minù....ricordo che non perdevo una puntata...
    ma che meraviglia di torta! Spiegazione, davvero minuziosa, complimenti!
    Un bacione e grazie per la gradita visita!

    RispondiElimina
  12. Grazie mille pagnottella!
    Anch'io adoro Minù ed era il mio cartone animato preferito! *.*
    Grazie a te per aver ricambiato ;-)
    Baci

    RispondiElimina
  13. Ecco il pan di spagna è una cosa in cui non mi sono mai cimentata...a te mi sembra venga benissimo!
    Brava!!

    RispondiElimina
  14. E' più facile di quanto possa sembrare ;-)
    Anch'io evitavo sempre di prepararlo pensando che fosse particolarmente difficile ed elaborato, insomma avevo un falso mito!
    Una volta mi son fatta coraggio, ho provato, e ho notato che non solo è facile (basta lavorare a lungo le uova)ma è anche veloce e il sapore (e la resa) del pan di spagna fatto in casa è tutta un'altra storia!
    Prova e vedrai! ;-)

    RispondiElimina
  15. mmmh Magali si sta già leccando i baffotti e io pure ... ma perchè non abiti vicino a noi così potremmo assaggiare di persona questa squisitezza! Helga e la pelosissima Magali

    RispondiElimina
  16. Eheheheh se abitassimo vicino sono sicura che ci inventeremmo tante ricettine sfiziose insieme ;-)
    Un bacio a te e una carezza alla tua pelosetta ;-)

    RispondiElimina
  17. E' DAVVERO UNA TORTA "FORESTA NERA"IO L'HO GUSTATA IN ALTO ADIGE E POSSO ASSICURARE CHE QUESTA E' ALL'ALTEZZA DELLA TRADIZIONE MOLLY

    RispondiElimina
  18. ma che bel blog! e che bella torta golosa, e quelle delizie, wow! complimenti! mi metto anch'io tra i tuoi sostenitori :-) a presto! Kiki

    RispondiElimina
  19. la farò molto presto!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
    sembra proprio buona!!!!!!!!!!!!!!!!

    RispondiElimina
  20. Ciao complimenti per il tuo blog è bellissimo. Ti volevo chiedere se posso preparare il Pan di spagna giorno prima, la torta preparo per San Valentino poi scrivo come andata. E finalmente posso provare i miei nuovi beccucci Wilton

    RispondiElimina

Un saluto, un consiglio, un commento o una semplice curiosità sono il segno del vostro graditissimo passaggio in questo mio spazio goloso. ^_^