sabato 15 settembre 2012

Macarons mon amour!

Finalmente rimetto mano al mio blog, i mesi estivi sono stati un turbine di lavoro (e meno male eh!) e non ho avuto il tempo nemmeno di andare 1 solo giorno al mare, infatti mi sa che sono l'unica napoletana bianca come una mozzarella di bufala! :-P
Ma a fine agosto ho trovato il tempo di farmi qualche giorno nel nord Europa (e ovviamente la nuvoletta di Fantozzi mi ha seguito dall'Italia e ha piovuto tutto il tempo!), tra Stoccolma e Copenaghen. Una vacanza davvero straordinaria: posti incantevoli, quel freschino piacevolissimo, ma soprattutto cibo buonissimo e dolci da capogiro. Se ci penso mi viene l'acquolina...
Ma torniamo al post, con cosa potevo mai fare ritorno?!? Ma ovvio, con i miei amatissimi macarons!!! :-D
E siccome tra luglio e agosto ne ho realizzati davvero a centinaia, oltre alla ricettuzza vi beccate anche un bel po' di foto! 
VOILA'!








Macarons con meringa francese:


Per circa 25 macarons di 4 cm:

100 gr di albumi a temperatura ambiente, possibilmente invecchiati da 1 settimana
50 g di zucchero semolato extra fine (tipo Zefiro)
180 g di zucchero a velo vanigliato
125 g di farina di mandorle 
2/3 gocce di limone
colorante alimentare in gel o polvere

In una boule setacciate la farina di mandorle e lo zucchero a velo.
Se la farine dovesse risultare troppo doppia (e quindi non passare attraverso le maglie del setaccio) procedete a tritarla ulteriormente con un tritatutto (ma fate attenzione a non scaldare troppo le lame, pena la fuoriuscita dell'olio contenuto nelle mandorle e nelle nocciole, col conseguente inumidirsi delle farine).
In un'altra boule montate a neve gli albumi, aggiungendo lo zucchero semolato in 3 volte e le gocce di limone, che serviranno a stabilizzarne la massa (se volete aggiungere del colorante questo è il momento di farlo).
Quando gli albumi saranno belli sodi aggiungete in 2 volte il composto di mandorle e zucchero a velo e con una spatola amalgamate il tutto, alternando movimenti decisi dal basso verso l'altro e dai bordi al fondo della boule, raschiando per bene con la spatola. Dovrete in pratica smontare il composto, che dovrà risultare liscio e lucido, formare il classico "nastro", cioè prendendo del composto con la spatola e facendolo ricadere su sè stesso formerà un nastro di impasto liscio e continuo, ma non liquido.
Riempite col composto una sac a poche con beccuccio liscio da 1 cm e su una teglia rivestita di carta forno formate tanti mucchietti di impasto rotondi, distanziandoli circa 3 cm l'uno dall'altro. 
Per avere dei macarons tutti uguali potete disegnare su dei fogli A4 le circonferenze con un bicchierino da liquore e porre questi fogli guida sotto la carta forno. Ovviamente sfilateli prima di infornare la teglia!!!).
Lasciate asciugare le vostre conchiglie a temperatura ambiente almeno 2 ore prima di infornarle ( se c'è umidità anche 3-4 ore).
Saranno pronte per la cottura quando toccandole avranno formato una "crosticina" in superficie e il dito non si attaccherà.
Infornateli a 145° (forno preriscaldato) per circa 13 minuti (avendo cura di aprire il forno velocemente ad 8 e 10 minuti, per far uscire il vapore).
A cottura ultimata sfornateli poggiandoli con la carta forno su un piano freddo e lasciateli riposare almeno una mezz'oretta prima di staccarli (sarà molto più facile staccarli senza romperli).

Per il ripieno sbizzarritevi con ganache, crema al burro, gelée di frutta, marmellata o magari anche una crema al formaggio, per la versione salata :)











Ve l'avevo detto che le foto erano tante! ;)
Oggi finalmente avrò il tempo di pasticciare qualcosa di molto goloso per me stessa, e quindi nei prossimi giorni pubblicherò una bella ricettina cioccolatosa, ma anche facile e veloce! ;)

Buon week end e baciuzzi golosi a tutti!
Minù

30 commenti:

  1. Sono meravigliosi. Ho visto il tuo corso di macarons da Dolci fai da te. Purtroppo corrispondeva con un periodo iperimpegnativo per me , uffi :( Ad ogni modo grazie per la ricettuzza e per il consiglio sul precottura. Non sapevo dovessero asciugare a temperatura ambiente prima di essere cotti in forno :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Paola! Spero di conoscerti in un'altra occasione allora :)

      Elimina
    2. Sono uno spettacolo complimenti!

      Elimina
  2. Stupendi !!! :D complimentissimi :) a prestoo Vale

    RispondiElimina
  3. AAAAAAAAAAAAGGGGGGG...li adoroooooooooo salvo la ricetta e li provo ,già li ho fatti con un'altra ricetta ma non mi sono mai diventati così alti
    Domandina......gli albumi li posso conservare in freezer ????????
    ciao

    RispondiElimina
  4. Ciao Miriam,
    gli albumi li puoi congelare, ma quando li usi devono essere a temperatura ambiente.
    Ovviamente, come tutti gli alimenti congelati, vanno poi consumati nell'arco delle 24 h ;-)

    RispondiElimina
  5. Risposte
    1. Hihihhihi grazie Fuji bellissima :DDD

      Elimina
  6. Ma..ma..sono F A N T A S T I C I .
    Non sono MAI e dico MAI riuscita a farli!Non ti dico cosa e' uscito le uniche due volte che ci ho provato!Uff. Come fai a farli così..così perfettiii?
    Sei un mito, bravissima!
    Me li mangio con gli occhiiii!
    Simo.Pasta&Pasticcino!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma grazie Simo, sei super gentilissima! Smuack :-*

      Elimina
  7. Confezionati benissimo e sono anche molto belli da vedere e da regalare!!



    Se ti va unisci al nostro nuovo sito:"Questione di lievito" è appena nato con l'intenzione di raccogliere le ricette meglio riuscite del web per quanto riguarda il mondo dei lievitati...puoi inviare anche la tua se ti va, la pubblicheremo volentieri! Un abbraccio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Flò, potresti lasciarmi il link del nuovo sito? Sono un po' imbranata in queste cose xD

      Grazie :)))

      Elimina
  8. Davvero, davvero bellissimi...io ho provato due volte a fare i macarons: la prima ho buttato direttamente nella spazzatura il composto, la seconda sono venuti con la crosticina attorno e tutto, peccato che fossero piatti!
    I tuoi sono davvero fantastici, riproverò sicuramente!
    Un bacione, GG

    RispondiElimina
    Risposte
    1. GG ti devo confessare un segreto: le prime 4 volte ho buttato anch'io tutto nella spazzatura, non mi volevano venire in nessuno modo!!! ;-D

      Elimina
  9. Minù, sono sempre più fiera di te, anche sei bianca come una mozzarella...ci penso i tuoi macarons a spruzzare colore e dolcezza ovunque! ti abbraccio!

    RispondiElimina
  10. che spettacolo!!!mi fa tanto piacere che lavori tanto..te lo meriti sei davvero bravissima!
    ps.vorrei sapere quanto colorante di preciso...in gel ad esempio.
    bacio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Francy! Per il colorante di solito io vado ad occhio, 2-3 gocce se voglio un colore pastello, un po' di più se voglio un colore più intenso. Regolati aggiungo poche gocce alla volta ;)

      Elimina
  11. Ciao Minù! Non conoscevo il tuo blog: complimenti! :)
    Volevo provare a fare i macarons e ti chiedo una cosa... per i macarons bianchi, per non averli beigini, usi colorante bianco?
    Ti ringrazio molto! Ancora complimenti, anche per la sweet table per tua nipote: davvero belliassima!! :)

    RispondiElimina
  12. Che meraviglia! Splendidi quegli alberelli di macarons. C'è un modo per realizzarli in casa? La struttura, intendo. Grazie e complimenti!

    RispondiElimina
  13. ..complimenti!!!
    dovrò segnarmi questa ricetta..li ho appena sfornati e non è venuta nemmeno l'ombra della crosticina, solo un accenno in quelli cotti sul foglio di silicone ma sono vuoti dentro.. :(

    presto replicherò con la tua ricetta!

    RispondiElimina
  14. Ciao, ti ho "scovata" da poco e ti faccio i mei complimenti per le tue creazioni.. ho già provato a fae i macaron e come la maggior parte delle ricette consigliano, ho usato lo sciroppo di acqua e zucchero, ho visto che tu questo passaggio lo ometti posso chiederti come mai? non è indispensabile? è uguale?...insomma sono curiosa di capire come mai :) grazie Rita

    RispondiElimina
  15. Eppure un giorno riuscirò a farli...

    RispondiElimina
  16. Ma che belli colori meravigliosi li devo fare assolutamente mi devo decidere bravissima

    RispondiElimina
  17. meravigliosi...posso chiederti quanto tempo dovrebbe durare un macaronage perfetto?

    RispondiElimina
  18. Grazie per la ricetta! Nei prossimi giorni la proverò, ho degli albumi da smaltire <3

    RispondiElimina
  19. Ciao Minu, complimenti per le meraviglie che realizzi. Vorrei chiederti un consiglio sui macaron: ogni volta che li metto in forno mi crepano e la collerette quasi non si forma. Io aspetto sempre che si formi la crosticina in superficie ma poi crepano ugualmente. La temp. del forno la controllo con un termometro che ho acquistato q di quella sono sicura. Da cosa può dipendere? Ormai non so più a cosa pensare. Grazie Pat

    RispondiElimina
  20. Ciao :) stavo cercando una ricetta per provare a ri-fare i Macarons e ti ho trovata per caso :) Posso farti una domanda? Lo zucchero a velo va versato in tre volte, ma dopo che gli albumi hanno iniziato a montare? Oppure metto gli albumi in un recipiente con 1/3 dello zucchero e inizio a montare? Grazie mille :*

    RispondiElimina
  21. La ricetta è stupenda, li Facco spesso a volte mi escono altre no.
    Proverò questa versione che mo piace molto.
    Dove invece ho difficoltà è nel colore.
    Esempio, se scelgo di realizzare dei macarones rossi, ovviamente prendo un colore rosso, in gel o polvere, ma il massimo che riesco a ottenere come colore è una sorta di rosa più o meno accentuato ma nulla di più.
    Come ovviare a questa cosa?
    Vorrei realizzarli per S. Valentino ma mi piacerebbe che appunto venissero fuori dei macarones belli rossi.
    Grazie
    Loredana

    RispondiElimina

Un saluto, un consiglio, un commento o una semplice curiosità sono il segno del vostro graditissimo passaggio in questo mio spazio goloso. ^_^